Si sa per molti gli Helloween sono il Power Metal, ma bisogna anche dire che è da un po\’ che, nonostante buoni album, non abbiano più novità in serbo per noi poveri powerabbestia. Ciò non è un male di per sè se si continua a sfornare album fatti col cuore e non studiati a tavolino; un esempio ne è stato a mio avviso l\’omaggio ai propri Sostenitori con l\’ottimo Unarmed, un album il cui scopo era solo ed esclusivamente di giocare con le loro canzoni, senza che lo facessero altri. Molti hanno gridato allo \”scandalo\”, ad un Chameleon parte seconda, ad un rovinoso nuovo declino delle zucche di Amburgo.
Bè nulla di più sbagliato, gli Helloween hanno giocato anche con queste persone, fuorviandole, avendo ben in mente cosa bolliva in pentola. Già perchè se Unarmed è stato un discorso frivolo 7 Sinners è piuttosto ragionato, violento, brutale nella violenza sonora che ne rappresenta. E come poteva essere da un titolo del genere.

Nonostante sia molto ragionato e studiato a tavolino, in particolare suoni compressi e produzione molto cupa e poco gioiosa, quasi come il contestato The Dark Ride, l\’album suona istintivo. Ammetto di non aver gradito la scelta dei suoni e della produzione, ma probabilmente sarebbe risultato un album troppo scontato. Perchè 7 Sinners ha una struttuta di base speed thrash, che avesse avuto dei suoni canonici sarebbe risultato appunto canonico.
Invece nella poco più di un\’ora di violenza sonora cercano di essere un pelino personali, non riuscendoci appieno anche se le tracce risultano efficaci, graffianti e di buona fattura. Dopo l\’Hail To The Metal dei Gamma Ray, abbiamo quì un Are You Metal?, il cui video risulta molto esplicativo su chi si salverà.
In Who Is Mr. Madman troviamo la citazione del motivetto di Perfect Gentleman, in Raise The Noise siamo su binari più prettamente power, cattivissime (e bellissime) Long Live The King e You Stupid Mankind in cui la prova di Löble è assolutamente da manuale, solito lentone di Deris in The Smile Of The Sun, più giocose If A Mountain Could Talk e World Of Fantasy.
7 Sinners è un album d\’impatto che lascia poco alla giocosità tipica del gruppo, ma che denota la volontà di rimanere su lidi più aggressivi che mai.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati