Rimasi piacevolmente stupito tempo fa quando ascoltai il debutto dei From the Inside e proprio oggi mi ritrovo con gran piacere a deliziarmi nuovamente con la splendida voce di Danny Vaughn e l’hard rock melodico della band che lo accompagna.

“Visions” si snoda attraverso gli standard tipici del genere, con ottimi momenti solisti e una certa linearità nelle canzoni che mai guasta riuscendo anzi a colpire l’ascoltatore in più di un’occasione. Si passa da ballad mai mielose o troppo zuccherose come la title track o “One more night in heaven” a brani più tirati come “Telemetry” o “Lights years”. L’album scorre via che è un piacere e le canzoni rimangono tutte su livelli qualitativi piuttosto alti grazie anche ad un songwriting particolarmente ispirato e curato sotto ogni punto di vista. “Visions” non si allontana di molto da quelle che sono state le coordinate che hanno reso così piacevole il debut album della band, tuttavia scorre via in maniera ispirata e piacevole e riesce a regalare attimi di tranquillità a chi ama questo genere.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati