Voluto dal chitarrista Lou St. Paul (Winters Bane), questo nuovo progetto all star è, sulla carta, di assoluto interesse. Con lui, infatti, troviamo il veterano Rob Rock (Impellitteri), un certo Kelly Conlon (Death) e Robert Falzano (Shatter Messiah) a completare la line-up. Portacolori di un power metal molto solido e mascolino, i Fires Of Babylon si inseriscono di diritto, dunque, all’interno di un filone musicale in cui molto è già stato detto e sperimentato.

Il loro album omonimo, da questo punto di vista, non eccelle certamente per originalità e intraprendenza, sebbene il tasso tecnico messo in mostra dai musicisti sia assolutamente apprezzabile e lusinghiero. In particolare, colpisce la cattiveria di alcuni passaggi di chitarra e il grande lavoro svolto in fase di songwriting, in cui intrecci continui e soluzioni aggressive donano all’intero album un piglio decisamente impetuoso. Su tutto, poi, si staglia una voce molto cristallina e potente, anche se qui leggermente meno espressiva e teatrale che in passato. Ci troviamo dinanzi, dunque, a un CD ben suonato e prodotto, che difetta però su una cosa fondamentale: dopo ripetuti ascolti, i brani di ‘Fires Of Babylon’ non lasciano in alcun modo il segno. Succede, purtroppo, con almeno due terzi del lavoro, sebbene alcuni frangenti siano assolutamente convincenti e ispirati. E’ questo il caso dell’ accoppiata ‘Castles Are Burning’ / ‘Revolution Coming’ e dell’aggressiva ‘Falling To Pieces’, che apre il disco in maniera arrembante. La parte centrale del lavoro, però, è assolutamente anonima e priva di mordente, relegata a semplice riempitivo in un prodotto musicale che comunque sfiora i cinquanta minuti di durata. Il discorso sui Fires Of Babylon, dunque, può anche chiudersi qui. Il loro è un classico esempio di come un gruppo senza personalità sappia incidere, in maniera perfetta, un disco di heavy power dalla longevità latente.

In altri periodi, questa formula ha rappresentato una forma di business importante per tutto il movimento. Ora, però, le cose sono decisamente cambiate…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati