Proprio carino questo “Aion” dei Figure Of Six! I nostri connazionali non inventano nulla di nuovo, ma questo metal moderno composto principalmente di death melodico (molto melodico) e metalcore abbondantemente infarcito di elettronica e di richiami nu mi è risultato davvero gradevole. “Aion” è un album molto ruffiano, le melodie sono la base portante di tutto e l’orecchiabilità regna sovrana (gli intenti sono quasi pop, in un certo senso), tuttavia non si rimane infastiditi. Questi ragazzi sanno infatti come realizzare dei brani accattivanti ed immediati capaci di entrare in testa fin da subito (l’opener “The Man With The Book And The Gun” – ascoltabile anche sul sito myspace della band – lo dimostra appena si inserisce il cd nel lettore) e questo a mio avviso giustifica la ruffianeria del tutto.

L’unico dubbio che ho è che non so quanto possa essere alta la longevità di “Aion”, ma nel breve periodo la fatica dei Figure Of Six si fa sicuramente godere molto, e questo giustifica l’alto voto che ho assegnato.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati