Conosco il gruppo dai loro primi demo quando il nome era ancora Fvoco Fatvo enegli anni hanno maturato sempre di più, appesantendo il loro suono album dopo album. Questa che leggerete è la mia prima facebook-intervista con Ignazio degli Eversin che ci anticipa progetti futuri e qualche tristezza per alcune cose non andate in porto.

Allora Ignazio che stiamo combinado di bello col gruppo?
Beh…dopo aver dato alle stampe Divina Distopia a febbraio, ci siamo immersi nella promozione con tutto ciò che questo comporta…Fortunatamente il disco è stato accolto molto bene un pò ovunque, e questo ci ha dato modo di rilasciare un bel pò di interviste, per web zine italiane, estere, e per molti programmi radio…Ad oggi abbiamo ricevuto circa una settantina di recensioni e rilasciato più di 30 interviste…Nel frattempo abbiamo comunque trovato uno spazietto per iniziare le registrazioni del nuovo disco…Purtroppo la dimensione live è stata messa da parte per motivi che non sto qui a spiegare…Vedremo di rifarci in futuro…
“tornando a Divina Distopia, proprio in questi giorni è iniziata la promozione del disco in Giappone e Sud America…Speriamo che anche lì il cd venga accolto positivamante come in tutti gli altri posti…

bene bene, si potrebbe dire che sul fronte studio non state fermi… avete già pronti tutti i pezzi o man mano che li scrivete li registrate?
Fino ad adesso abbiamo pronti 6 dei 9 brani che andranno sul nuovo disco. Ne abbiamo registrato due…Di solito ci chiudiamo in sala prove per 2 o 3 giorni di fila e registriamo quanto è possibile in presa diretta. In seguito si torna a provare per dare una smussata a tutto ciò che ne ha bisogno, poi una volta che il brano ha preso forma lo proviamo molto. Solo dopo averlo testato più volte decidiamo che è il momento di registrarlo, ma anche in quel caso, a volte, vengono apportate delle modifiche dell’ultima ora.

Come mai dici 6 dei 9? Avete programmato un numero ben definito di brani o ci potranno essere dei nuovi ingressi per fare un album più corposo?
In linea di massima per questo disco abbiamo preventivato 9 brani…Non amiamo mettere su cd 11-12 brani di cui magari 3-4 sono filler. Preferiamo concentrarci sulla qualità anzichè sulla quantità. E poi non dimenticare che i brani degli EVERSIN sono da sempre abbastanza lunghi…Se pensi che Divina Distopia, pur essendo composto da soli 7 pezzi durava 40 minuti…Fino ad ora la lunghezza dei pezzi si aggira sui 5-6 minuti l’uno…

In effetti non sono corti. Come mai tendente sempre a fare brani abbastanza lunghi?
Non ci poniamo un limite…Mettiamo la parola fine quando pensiamo sia giusto. Non stiamo a pensare se un brano è troppo lungo o meno. Fin quando crediamo che una canzone abbia qualcosa da dire non riteniamo opportuno stopparla solo per una questione di tempo. Ammett che la cosa è un’arma a doppio taglio, però noi abbiamo il nostro modo di comporre e fino ad adesso ci è andata bene, ehehehe.

In questo porre la parole fine solo quando pensate che il pezzo sia giusto indipendentemente dalla lunghezza, deriva anche dal vostro bagaglio musicale più prog? O dipende solo dalla musica/testi?
AAAHHH!!! L’odiata parola…

Te l’ho detto apposta Ignazio!
Prog.. quanto mi fa venire la nausea questo termine… lo sapevo…

perchè?
Perchè mi conosci e conosci la storia della band…quindi mi aspettavo una frecciatina del genere…
vedi…io non ho nulla contro il progressive, riconosco che è un bel genere e che per suonarlo ci vogliono le palle quadrate, ma non mi piace… lo trovo freddo, troppo legato alla tecnica e troppo indirizzato a voler essere per forza “diverso” in passato siamo stati etichettati come gruppo Prog, e anche con Divina Distopia, qualcuno dall’orecchio lunghissimo non ha evitato certi commenti fuori luogo…

pertanto deduco che per te funziona così: inzio a scrivere il pezzo, vado avanti, manca ancora qualcosa,
devo dire altro, è icompleto, è incompleto, a un certo punto eccoci si accende la lampadina ed il pezzo è pronto. Un po’ come uno scrittore che scrive un libro e non sta a guardare quante pagine ha scritto

uhm… non ci sei andato molto lontano… un brano deve comunicarmi qualcosa deve avere una completezza complessiva tale da poter essere considerato finito in ogni sua parte sotto tutti gli aspetti. E se poi detta completezza arriva dopo 8-9 minuti…bè vuol dire che il brano necessitava questo minutaggio per esprimersi al meglio.
E’ troppo semplice etichettarci come progressive, siamo un gruppo abbastanza tecnico è vero. Ci piace suonare cose intricate, ma non siamo progressive…
pensa agli Annihilator… sono forse una band progressive?

hehehe chiaramente no
sono una band eclettica, diversa, ma decisamente non hanno nulla a che spartire col progressive

ma allora il pezzo nasce prima dalla musica e poi arriva il testo?
si…quasi sempre. per questo spesso accade che angelo si trovi in difficoltà. Spesso scriviamo in modo da non tenere conto delle parti vocali, e quindi poi arrivano i problemi con le tonalità di voce

Come direzione pensate di seguire DD o cosa?
No… non abbiamo mai fatto un disco simile a quello precedente…e anche questa volta faremo dell’altro. molto più pesanti e diretti. meno fronzoli. sempre intricati ma molto più straight to face. Posso anticiparti che le tastiere saranno ridotte al minimo. basta pianoforte e violini. useremo molto l’elettronica per dare al suono più freddezza. chitarre a 7 corde. voci filtrate e tanto tanto Thrash. Occhio però, con Thrash non intendo dire che suoneremo come i Metallica di Master o gli Slayer
intendo dire che suoneremo Thrash alla nostra maniera con nette influenze Nevermore e Annihilator ma tutto suonato da noi

bene hai anticipato parecchio per incuriosire
lo spero anche perchè, da come sta venendo si preannuncia davvero spaccaossa

Prima hai detto niente attività dal vivo… con questo nuovo però dovete spaccare qualche ossicina
Magari… sai che casini riuscire a far coesistere famiglia, lavoro e gruppo dal vivo? alcuni mesi fa ci avevano proposto di aprire per un gran gruppo americano… una band storica… ma a causa degli impegni di Gianga tutto è sfumato. io ancora mi mangio le palle per questa occasione persa. spero di cuore che riusciremo ad organizzare un paio di date ma non posso dare sicurezze in merito…purtroppo

Purtroppo/per fortuna si fa musica per passione e non per lavoro
triste verità… ma non ho più 12 anni e ho smesso di campare di illusioni e sogni. la musica mi aiuta a vivere ma non sotto il profilo economico. mi fa stare meglio, mi da forza, energia, mi fa sentire vivo…Quando ascolto i Megadeth mi viene di spaccare il mondo a testate, poi però torno coi piedi a terra e smetto di sognare…

Cosa ne pensi del Big Four?
oh…che spettacolo… aldilà dei motivi economici che indubbiamente sono altissimi e rilevanti, non possiamo negare che ci sia la storia del Metal sullo stesso palco
proprio poco fa ho visto un video dove tutti assieme suonavano Am i evil dei Diamond Head, alla fine dello show dei Tallica vedere Hetfield e Mustaine assieme, mi ha fatto venire i brividi. magari stavano fingendo, ma che mi frega?

Collegandomi al tuo pensiero di poco fa nel quale non sei più un ragazzino pensi che anche per loro a una certa età si lascino da parte rancori, astii e si suoni e basta per divertirsi?
bè…non saprei… Di sicuro l’età aiuta a fare scemare certi rancori del passato… Non dimentichiamoci però che sono sempre degli artisti professionisti sono delle maschere in fondo… lo fanno per professione quindi come ti dicevo pocanzi gli interessi economici sono fondamentali però sono convinto che in fondo qualcosa di buono ci sia… il Metal è anche fratellanza, e alcuni di loro hanno fatto la storia assieme…

quindi a un certo punto se un gruppo diventa famoso, è solo spettacolo?
Non per forza, ma lo è almeno per il buon 50% Prendi i Maiden… sono delle macchine da guerra, potrebbero campare di rendita per le prossime 4 generazioni però fanno ancora live da paura…D’altro canto si nota una certa flessione della qualità dei dischi in studio, che pur sempre ottimi sono lontani da quanto pubblicato in passato… Questo sta ad indicare che lo fanno si per passione, ma che lo fanno anche per colmare qualche dato di vendita magari non più a sei zeri. loro sono un’esempio di passione ma anche di furbizia perchè sopperiscono ai dischi eccelsi con dei live paurosi. hanno sempre un guadagno altissimo e nel frattempo si divertono idem gli Slayer ma i Maiden di più ogni anno un tour diverso

I concerti sono l’essenza della musica
eh si…non girare il dito nella piaga però!!!

lasciamo in sospeso l’intervista a dopo l’uscita dell’album che sono curioso di sentire
allora ce ne vuole, non uscirà prima del 2012 sempre che non facciamo in culo tutti prima come dicono i Maya

basta che esca prima del 21/12
ahahahah che cazzate

Certo che nell’anno mille si aveva paura, nel 2000 ce ne siamo fregati ed è arrivata la crisi nel 2012 cosa accadrà?
il nuovo EVERSIN…una bomba!!! un disco che è la fine del mondo ;);)

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati