Dopo gli improvvisi avvicendamenti che hanno visto l’arrivo di ben due nuovi membri, gli Equilibrium tornano in pista per consolidare una popolarità crescente e quanto mai meritata. “Rekreatur”, previsto in uscita a giugno per la Nuclear Blast, sarà una ulteriore cartina tornasole per capire fino a dove potrà potenzialmente spingersi la band bavarese.
Quello che leggete di seguito è lo stralcio di un’intervista raccolta al volo nella sala stampa del Rocktower Fest di Lubecca, prima ancora che titolo e data di uscita venissero rivelati, in un’atmosfera decisamente caotica, con la band appena reduce da un affollatissimo meet and greet ma che trapela elettricità a tutto spiano!
Con la band al completo mi rivolgo al nuovo arrivato, il singer Robse, il quale però non parla mezza parola di inglese…tocca quindi al chitarrista Renè Berthiaume fare le veci un pò di tutta la band….

Allora Renè, vuoi presentare i nuovi membri? Come sono entrati nella band?
Io e Robse (il cantante) ci conosciamo ormai da parecchi anni, mi sono rimesso in contatto con lui circa due anni fa in occasione di un mio nuovo side project; poi come potrai intuire, quando Helge ha lasciato la band è stato estremamente naturale farlo entrare in pianta stabile.

E il batterista?
Quando Manuel e Helge se ne sono andati ricevevo richieste di ingaggio praticamente ogni giorno, mi arrivava praticamente di tutto. E’ stato un mio amico, membro di una band australiana, a suggerirmi Hati. Mi inoltrò un link di questa band dove appunto Hati suonava la batteria…a quel punto gli ho chiesto se poteva registrare una canzone del nostro repertorio e mandarcela; in pochi giorni avevo la demo in mano! Sono rimasto subito impressionato, considerando anche il fatto che lui non vive in Germania ma viene da un paese piuttosto lontano…

Hati, tu sei di…?
Israele!

Come gli Orphaned Land!
Esatto, ho collaborato con il batterista e conosco bene anche il resto della band.

Negli ultimi mesi avete fatto tutto molto velocemente. Avendo molte date a ridosso, avete avuto tempo sufficiente per provare in studio?
(scoppiano all’improvviso tutti a ridere!) Non molto a dir la verità… abbiamo passato gli ultimi mesi a terminare la produzione del nuovo album. Sfortunatamente, con la fuoriuscita di Helge e Manuel abbiamo dovuto cancellare alcuni shows, salvo poi dover tornare quanto prima sul palco per onorare gli impegni presi. E’ stato un periodo piuttosto stressante… pensa che abbiamo fatto pochissime prove assieme, al punto che ho dovuto spedire ai ragazzi il materiale a casa affinchè riuscissero a provarlo almeno da soli!

Puoi anticiparci qualcosa del nuovo album? Come suona e se i membri hanno preso parte al disco…
Una differenza sta nel fatto che per questo album le lyrics sono state composte quasi esclusivamente da Andreas (l’altro chitarrista), mentre in precedenza erano state ad appannaggio di Helge…la musica invece è stata composta per lo più da me; di solito si pensa che il cambio di più elementi porti un radicale cambiamento nel sound di una band, ma questa voltà non sarà proprio così; nel nuovo disco ci sarà ancora il tipico Equilibrium sound con alcuni piccoli accorgimenti; suona un po’ più heavy e compatto rispetto ai lavori precedenti e gode di una produzione decisamente migliore. Questa volta tutto sembra uscito in maniera più naturale sopratutto perchè abbiamo utilizzato una vera batteria per le registrazioni! Le ritmiche sono un po’ più lente del solito ma molto potenti! Infine mi rivolgo a quei ragazzi che comprendono il tedesco, beh, potrete finalmente ascoltare canzoni cantate in vera lingua tedesca e apprezzarne i testi!

E per chi, come me, non sa il tedesco?
Beh, per te non cambia molto (risate), per gli altri invece è un’ottima occasione per assaporare al meglio le lyrics dell’album. Ci teniamo molto!

Una curiosità: chi ha composto quel capolavoro che risponde al nome di “Mana”?
La musica l’ho composta io.

Beh, che dirti…congratulazioni. E altrettante congratulazioni per i vostri shows che sono davvero un concentrato di energia. L’estate scorsa al Summer Breeze sono stato letteralmente spazzato via!
(prende la parola Hati, il batterista) Ero presente anche io! Fu davvero un gran concerto! E’ curioso, l’estate scorsa ero in mezzo al pubblico del Summer Breeze a vedere la band, e adesso ne faccio parte!

Attendiamo allora la pubblicazione di “Rekreatur” il 18 giugno per sentire all’opera i nuovi Equilibrium

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati