Pubblicato nel 2001
www.emperorhorde.com

Prima di terminare la loro illustre carriera gli Emperor hanno voluto lasciare il segno anche grazie ad un DVD (è disponibile anche la VHS dello stesso concerto) capace di dimostrare le eccelse qualità di questo storico combo. Il concerto, registrato nel 1999 a Londra durante il tour di supporto per IX Equilibrium, si articola in dieci brani grazie ai quali la band ripercorre tutte le tappe fondamentali della propria carriera. Sono presenti brani storici quali “Inno a Satana” e “I am the Black Wizards” ai quali si aggiungoino le piu’ recenti produzioni di Ishan e soci.
La padronanza tecnica dei componenti del gruppo è cosa ormai nota e questo supporto è soltanto l’ennesima prova della professionalità raggiunta anche in campo estremo. Le canzoni scorrono filate una dietro l’altra in modo autonomo; i brani infatti sono separati ed indipendenti l’uno dall’altro a causa di tagli al filmato originale. Questa decisione spezza purtroppo l’atmosfera live e ne risulta essere un punto a sfavore (considerato che sembra di assistere solo ad una serie di videoclip “girati in sede live”).
La resa sonora è quanto di piu’ chiaro abbiate mai sentito: i suoni sono chiarissimi e tutti gli strumenti risultano essere molto definiti e potenti. Potrebbe stupire il forte paradosso per cui la presenza scenica degli Emperor sia molto coinvolgente nonostante non siano presenti su palco grandi scenografie; solo cinque musicisti dal grande carisma capaci di produrre grazie solo alle note dei loro strumenti uno spettacolo davvero affacinante.
Oltre all’esibizione live sono presenti anche lo storico videoclip di “The Loss and Curse of Reverence”, brano estratto dall’album “Anthems at Welkin to Dusk”, e una photo gallery di dubbia qualità (considerato che le foto presenti sono quanto di piu’ reperibile in internet… foto molto comuni già presenti sul sito ufficiale della band).

Dopo aver elencato i contenuti del DVD e gli aspetti positivi dello stesso è ora il momento di parlare delle pecche di questo prodotto. Per prima cosa il montaggio delle riprese appare in alcuni punti troppo confuso poichè le scene sono state montate con ritmi frenetici capaci si di assecondare il rimto dei brani ma allo stesso tempo davvero irritanti. E’ piuttosto fastidioso infatti seguire un brano mentre decine di fotogrammi al secondo passano sul video; nei momenti piu’ estremi di “Ye Entrancemperium”, ad esempio, la frequenza con cui la ripresa cambia angolazione risulta essere davvero esagerata e dannosa ai fini della comprensione di quello che si sta guardando.
Ulteriore punto a sfavore del DVD è la mancanza di interviste al gruppo. Mi aspettavo almeno due parole sulla band o qualche nota biografica e invece a cosa ci si trova davanti? Ad una striminzita discografia (in formato microscopico) ed a qualche accenno su ogni album. Tecnicamente poi i menu’ del DVD sono davvero scarsi. Statici e nulla piu’.

Grazie a questa release gli Emperor hanno dimostrato ancora una volta il loro elevato spessore artistico/compositivo, peccato soltanto che il supporto tecnico-realizzativo del DVD lasci davvero poco spazio all’originalità e alla completezza.
I fans della band apprezzeranno sicuramente il live show ma, ne sono certo, avrebbero desiderato maggiori extra.
Chi non apprezzava gli Emperor invece? Sicuramente non cambierà idea nonostante gli alti livelli tecnici su cui si basava il combo norvegese (R.I.P.)

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati