Ho una quasi assoluta convinzione che quando un gruppo diventa famoso e l’ispirazione diventa sempre più altalenante si comincia a coprire questa mancanza di idee con la pubblicazione di un CD/DVD o live o di raccolta dei pezzi più famosi.
Onestamente mi sembra che questa implicazione valga anche per i Dream Theater. Gli ultimi album sono stati personalmente deludenti, poco ispirati tanto quasi da snaturare l’essenza stessa del gruppo. I cinque non sanno più a chi o cosa vogliono assomigliare: in un album sembrano la brutta copia dei Pink Floyd, in un altro quella dei Metallica in un crescendo di voglia di sperimentare o forse più banalmente il gruppo si chiede “cosa suoniamo oggi?”.
Se inizialmente avevo accolto con estremo favore i vari (pseudo) bootleg di cover di album dagli Iron Maiden ai Metallica, come voler omaggiare grandi band, ormai credo che questi ultimi lavori siano proprio una sorta di riempitivo, di voler assolutamente pubblicare qualcosa perchè i fan e quindi il mercato lo richiede.
Tra le ultime innumerevoli pubblicazioni live e raccolte ecco nei negozi il resoconto dell’ultimo tour di supporto a Chaos In Motion, intitolato molto banalmente Chaos In Motion 2007 – 2008.
Se per certi versi disdegno queste mere operazioni commerciali devo dire che tutto cambia vedendo il DVD.
I Dream Theater sono sempre geniali nel riuscire a catturare lo spettatore in sede live, con grandiose dimostrazioni di virtuosismo, dal sempre magnifico Petrucci al tritasassi Portnoy allo spettacolare Rudess, che si possono definire messi insieme l’anima del gruppo, senza nulla togliere al bravissimo, ma poco presente, Myung.
Se gli ultimi album presi singolarmente lasciano l’amaro in bocca, è proprio dal vivo che Petrucci e soci riescono a farli piacere miscelando sapientemente vecchi e nuovi pezzi in un susseguirsi di puro intrattenimento.
Il concerto scorre veloce per l’alta capacità del gruppo di tenere incollato lo spettatore di fronte allo schermo che viene catapultato in mezzo al pubblico, rivivendo uno dei tanti concerti svolti a cavallo tra il 2007 e il 2008, uno ogni 3 giorni di media.
Infatti il DVD è strutturato come una raccolta live video dei concerti tenuti a Rotterdam, Buenos Aires, Toronto, Boston, Bangkok e Vancouver per oltre due ore e mezza di filmati totali, e non la trasposizione video di una precisa data.
Questo rende il tutto molto vario, facendo vedere i comportamenti dei fan nei vari stati e immortalando così le varie sensazioni provate dal gruppo.
Nonostante tutti i dubbi commerciali, questo Chaos In Motion 2007 – 2008 riesce ad essere diverso da tutti gli altri DVD pubblicati fino ad ora. Diversa opinione invece per il CD, che risulta quindi solo una raccolta live perdendo tutto l’effetto del DVD.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati