Dopo molti anni trascorsi nell’ambito underground i Draconian sono pronti per pubblicare il loro album di debutto per la Napalm Records. La musica della band e’ un gothic doom molto ben fatto e probabilmente gli amanti del genere apprezzeranno… Abbiamo parlato con il chitarrista Magnus Bergström, ecco qua cosa ci ha detto!!

Ciao! Sei pronto per l’intervista ? I Draconian sono “on the road” da molti anni, ci racconti qualcosa sulla vostra storia?
Siamo in giro dal 1994, ma inizialmente i tre membri originali si erano denominati Kerberos. Come Draconian abbiamo pubblicato 5 demo e promo e il nostro debut album “Where Lovers Mourn”. E’ stato il nostro ultimo demo, chiamato “Dark Oceans We Cry” che ci ha portato al contratto.
Qualcuno pensa che noi abbiamo cambiato un sacco di membri, ma in realta’ solo due persone hanno lasciato la band per motivi di studio, il resto sono state solo aggiunte.

Quanto tempo vi ci e’ voluto per comporre “Where Lovers Mourn” ? Ne sei soddisfatto ?
E’ difficile dire quanto tempo ci e’ voluto perche’ molte canzoni di “Where Lovers Mourn” sono vecchie. Ma penso che le canzoni piu’ vecchie, “The Cry of Silence” e “The Solitude”, siano del 1998 o del 1999. E comunque penso sia un grande album. Forse il suono avrebbe potuto essere piu’ potente, comunque penso sia grande.

Come descriveresti la vostra musica ?
Di solito noi la chiamiamo gothic doom metal (stesso termine che ho usato io, calza a pennello NdR) e penso dica molto sulla nostra musica. Suoniamo goth, doom e metal e qualche volta una mistura di essi. Ma penso che c’e’ un certo qualcosa di tristezza che circonda le canzoni, anche se non saprei come descriverlo.

Ci sono canzoni che ami piu’ di altre ? E perche’ ?
Mi e’ sempre piaciuta “The Cry of Silence”. Penso sia divertente da suonare e che sia proprio una grande canzone. La cosa migliore e’ che varia molto, da midtempo a lenta e poi veloce. Non annoia suonarla o ascoltarla. Mi piacciono anche “Silent Winter” e “A Slumber did my Spirit Seal”, probabilmente perche’ sono le due canzoni piu’ nuove… (ride)

Quando ascolto la vostra musica mi vengono in mente band quali i Theatre of Tragedy e i My Dying Bride… sembra che voi prendiate ispirazione da loro, giusto ? E in caso contrario, quali sono lo vostre ispirazioni ? E quali sono le band che amate di piu’ ?
Esatto, e’ corretto. Ma siamo anche ispirati dagli Anathema, soprattutto i vecchi album, ma anche i nuovi. E non posso dire che queste band siano la nostra principale ispirazione perche’ tutti ascoltiamo tutti i generi di musica. Semplicemente avviene che e’ facile confrontarci col sound di queste band, ma noi ascoltiamo anche synth, death/black metal, stoner e pure pop/rock.
Io ascolto un sacco gli Antimatter in questo momento e non suonano per nulla come queste band. Cosi’ adesso come adesso le mie band preferite sono Antimatter, Anathema (bravo ragazzo, davvero due ottime scelte!! NdR), Sleep e Vile.

Ho particolarmente apprezzato “Akherousia”. Mi sembra che voi usiate molto bene le atmosfere folkeggianti, pensate di lavorare in questa direzione per il futuro ?
Non ne ho idea. Non pianifichiamo nulla quando scriviamo canzoni. Qualche volta sembra di stare creando una canzone molto doomeggiante e poi si finisce a comporre una canzone piu’ veloce con delle parti doom incorporate.

“The Cry of Silence” e’ un altro brano molto buono (mi ha ricordato i My Dying Bride), non pensate tuttavia che sia un rischio scegliere un’opener piu’ lunga di 12 minuti? Gli ascoltati casuali potrebbero esserne spaventati…
No, non realmente. E’ una grande canzone (la migliore ?) e io penso che le persone non ascoltino interamente una canzone la prima volta che incrociano un album. E non siamo una band pop, non penso che le persone si aspettino da noi canzoni da 3 minuti.
Il produttore, Chris Silver, ha detto che e’ una grande canzone con cui aprire. Ha detto che verranno ascoltati i singoli riff di chitarra e quando la batteria e gli altri strumenti entrano il cd verra’ preso e comprato subito… (ride)

Che ruolo hanno i testi nei vostri lavori ?
Penso che tu otterresti risposte differenti chiedendo questa cosa agli altri membri (dipende dalla persona a cui e’ rivolta la domanda). I testi sono importanti, ma allo stesso tempo potresti vederli come indicazioni per i cantanti. Quello che intendo e’ che puoi pensare a loro come ad una storia oppure come ad una guida che i cantanti usano per i loro strumenti (le loro voci).

I Draconian sono formati da molte persone, e’ difficile far lavorare insieme cosi’ tante menti ?
La cosa piu’ dificle e’ trovare il tempo per provare, un tempo che vada bene per tutti. Io, per esempio, lavoro di pomeriggio e di notte e posso provare solo di pomeriggio. Ma non penso sia difficle lavorare insieme, anche se abbiamo idee differenti. Penso che tutti siano soddisfatti alla fine. Ci sono sempre cose che vorresti cambiare, ma non possono essere tutti sempre d’accordo.

Classica domanda: pensate di venire a suonare dal vivo in Italia ?
L’unico concerto di cui so qualcosa ora e’ a Stavanger, in Norvegia, con i Forlorn e i Desspo. Per il resto non so cosa succedera’ e dove suoneremo. Penso che verremo se comprate un sacco di dischi… eheh

Altra domanda classica: cosa ne pensate di internet come mezzo per esporre la vostra musica ?
Penso sia grande. Abbiamo guadagnato un sacco di appassionati grazie ad internet e ad mp3.com . Ma non mi piace quando le persone scaricano i nostri album e non li comprano, se pensano che siano buoni. E’ un grande mezzo per conoscere una band e il suo sound, ma se ti piace dovresti poi comprare.

Siete soddisfatti della Napalm Records ? Questa etichetta sta lavorando molto nella scena goth…
So far, so good… Penso che siano stati dei grandi con noi e spero che in futuro le cose andranno altrettanto bene. Dovremo lavorare con loro per molti anni in futuro. E se hanno avuto il buon gusto di prendere gli Atrocity, non possono essere male… (ride)

C’e’ qualche cosa che volevi dire e che non ho chiesto ? Adesso puoi esporla…
Non ne ho idea, come sempre.

Siamo alla fine, grazie per l’intervista!! Puoi dire cio’ che vuoi ai lettori di Heavy-Metal.it !!
Doom or be doomed (originalone!! NdR)

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati