Mi spiace per i Dirty Rain, ma il loro “Luna e ombre” non mi ha convinto abbastanza per trovarlo sufficiente… Trovo sempre poco piacevole bocciare un demo (spesso costa molti sacrifici imbarcarsi nella realizzazione di un cd, e questo va riconosciuto), tuttavia in casi come questo non si può fare altro che andare sotto il 6. Il gothic di questi ragazzi è infatti a mio avviso ancora immaturo sotto diversi punti di vista. Innanzitutto la parte strumentale mi sa di già sentito e mi ha lasciato addosso una sensazione di “insicurezza” (e la produzione non aiuta a livello di “resa”), tuttavia il problema più grosso risiede nella voce. Mi dispiace per il cantante, ma la sua prestazione è davvero poco riuscita, si nota infatti quanto ci sia una ricerca dell’interpretazione “sentita”, tuttavia il risultato è impreciso e fastidioso. Che poi quando questo ragazzo si cimenta in pezzi un po’ più aggressivi (nella seconda parte del lavoro ogni tanto spunta fuori un cantato più “cattivo”, probabilmente, a leggere dalle note allegate al demo, dovuto al passato death metal del gruppo) riesce a fare qualcosa di carino, tuttavia tendenzialmente ha ancora molto lavoro da fare. Tra l’altro il pezzo che ho trovato meglio riuscito è “Dirty Rain”, una canzone più energica di tutte le altre tracce, probabilmente i ritmi più sostenuti riescono meglio a questi ragazzi. A sostegno di questa tesi c’è anche il fatto di aver trovato sufficiente anche “Luna e ombre”, altra composizione più aggressiva della media del disco. Carine le citazioni di Pavese e Virgilio nei testi, ma purtroppo anche aggiungendo agli aspetti positivi del disco qualche momento piacevole qua e là (soprattutto nella seconda parte del demo), si porta “Luna e ombre” vicino alla sufficienza, ma non la si raggiunge… Che dire, penso che di lavoro da fare ancora ce ne sia, forse questo demo è stato un po’ prematuro… Ho infatti la sensazione che molti dei problemi siano dovuti più che altro all’inesperienza, ma da questo cd traspare anche molto impegno, per cui forza e coraggio: la prossima volta andrà meglio!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati