“Immorality’s Ovra Colostrum, Official Antology 1991-1994 d.C.” è, come esplicita il titolo, una raccolta di demo ed incisioni che i Deviate Damaen (sotto vari nomi) hanno inciso all’inizio dei ’90. Sinceramente non avevo mai sentito parlare di questa band, che a quanto pare ha nel tempo suscitato reazioni abbastanza contrastanti, ma per quanto posso giudicare da questi pezzi mi sembra che i Deviate Damaen puntino (o abbiano puntato all’epoca di queste tracce) moltissimo sul tentativo di scandalizzare gli ascoltatori con immagini e testi blasfemi, cosa di certo non molto originale, nemmeno negli anni in cui questi brani sono stati incisi. Non ho sinceramente capito quanto il tutto sia una posa o quanta convinzione ci sia dietro (in ogni caso l’immaginario è talmente esasperato e grottesco da risultare una caricatura), comunque non credo abbia importanza, visto che la musica, e alla fine è questo ciò che conta, non mi ha entusiasmato per niente. Lungo le tracce del cd vengono presentati pezzi gothic rock che devono molto ai The Sisters Of Mercy (e questa mi sembra la parte migliore del sound della band), intervallati da stacchi ambient e noise, con delle derive assimilabili al gothic metal e al black sinfonico, tuttavia non c’è una singola traccia che mi abbia accattivato o incuriosito, nonostante io non disprezzi certe sonorità… Insomma, “Immorality’s Ovra Colostrum, Official Antology 1991-1994 d.C.” è una raccolta che non credo verrà inserita più nel mio lettore cd dopo la scrittura di questa recensione, forse se avessi sentito questi pezzi ai tempi della loro incisione avrei avuto una reazione diversa (anche se sinceramente non lo credo), tuttavia allo stato attuale delle cose non posso che segnalare quanto l’ascolto di questa raccolta mi abbia annoiato.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati