Pubblicato nel 2004
www.darktranquillity.com

A pochi mesi dall’uscita del successore di ‘Damage Done’ (che sarà intitolato “Character”) i DT tengono a bada i fans più accaniti con questo “Lost To Apathy EP”. L’obiettivo del dischetto in questione è quello di fare da apripista all’attesissimo full-lenght presentando, oltre al primo singolo che dà il titolo all’EP, una serie di anticipazioni su quella che potrebbe essere la linea intrapresa per quest’ultima fatica.

Dal poco materiale in esame si può intuire che il combo svedese ci sta riservando un ennesimo cambio di pelle, frutto di quell’evoluzione che da sempre ha segnato il passaggio tra una release ed un’altra nella storia del gruppo … e a giudicare dal prologo si può ben sperare. Con “Lost To Apathy” vengono messi da parte i mid-tempo prediletti da Sundin e co. negli ultimi lavori per dare di nuovo spazio ai riff veloci e stoppati che erano stati il DNA di ‘The Mind’s I’. Il songwriting è sempre impeccabile, la qualità tecnica è altissima e le vocals di Stanne una sicurezza; dove sono le novità? Le tastiere sono integrate a meraviglia con tutto il resto lasciando inalterata la potenza nei momenti aggressivi (che sono aumentati) e intervenendo in quelli soft a dare una vena quasi gothic. “Derivation TNB” potrebbe cancellare l’entusiasmo suscitato dall’opener per la lentezza e la quasi inutilità del brano ma come la band ci tiene a precisare nel booklet si tratta solo di un esperimento.
“The endless feed” è un altro brano che andrà a comporre ‘Character’ ma su cui non mi sento di esprimere giudizi in quanto quella presente sull’EP non è la versione che finirà sull’album ma una in cui la band ha giocato a dare un arrangiamento quasi industrial che dopo ripetuti ascolti finisce anche per piacere. La quarta track non aggiunge niente di nuovo essendo la stessa ed identica versione live di “Undo Control” contenuta in ‘Live Damage’ ed ‘Exposures’.

Naturalmente siamo di fronte ad una release su cui non si possono fare valutazioni ma che, visto il singolo, ci lascia ipotizzare (e sottolineo ipotizzare) che i DT stanno per sfornare l’ennesima grande prova della loro carriera. Con in mano questo lavoro destinato a soli fans affezionati
aspettiamo ‘Character’, sperando che le attese non vengano tradite.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati