Ho ricevuto tempo fa un bellissimo blocco pubblicitario con l’album dei Cornerstone. Dopo l’ascolto dell’ottimo lavoro del gruppo austriaco ho voluto assolutamente contattare il gruppo per farli conoscere.

Ciao a tutti. Per prima cosa vorrei sapere come mai avete scelto come nome del gruppo Cornerstone, considerato che esiste un altro gruppo con lo stesso nome.
Michael Già, mi aspettavo questa domanda. Siamo distanti dall’altro ‘stones, ma i fatti sono questi. Entrambi i gruppi esistono da diverso tempo (dal 1998), noi abbiamo i diritti e il marchio registrato per il nome Cornerstone nel mercato musicale. Abbiamo suonato per tutta l’Austria dall’inizio del decennio. Dall’altro lato, l’altro gruppo ha pubblicato diversi album con il nome Cornerstone… E’ difficile, certamente una delle due parti potrebbe iniziare una causa legale, ma si potrebbe fare musica entrambi senza urtarci l’un l’altro. Gli stili sono differenti, pertanto non penso sia un grosso problema: ci sono stati due Nirvana e due Rage nel passato ed hanno lavorato bene entrambi, più o meno. (ride NdR)
Steve Abbiamo trovato il nome nel 1998, prima di allora il nome del gruppo era Faith, ma era un po’ fuorviante per noi, così abbiamo deciso che ogni componente del gruppo proponesse dieci nomi in modo da averne quaranta. Michael ne ha salvati dieci, io cinque e il cantante solo uno, ma tutti questi nomi erano veramente, ma veramente brutti (Ride NdR). Michael ha quindi guardato nella sua Cdteca e trovato l’abum del 1979 degli Styx, Cornerstone… il nome del gruppo. Abbiamo suonato con questo nome negli ultimi dieci anni, e non vedo il motivo di cambiarlo.

Raccontateci una breve storia del gruppo
Steve Abbiamo iniziato suonando cover di REM, Soul Asylum, The Cure nella stanza della precedente fidanzata di Michael nel 1997 (Ride NdR). Dopo un certo tempo un amico di Mike, Markus Bousska, si è unito al gruppo suonando la batteria. In questo modo è nato il gruppo, ed abbiamo iniziato a scrivere nostre canzoni. Inizialmente Mike era il cantante ma, lasciatemelo dire, ci sono cose che sa fare meglio di cantare. Ridono entrambi NdR)
Michael Già! Pertanto è entrato a far parte del gruppo un cantante. Dopo quattro anni di svariati cambvi di formazione, sembrava non ci fosse più senso ad essere un gruppo ma abbiamo avuto fortuna rinascendo e riniziando nel 2004… Beh, ora abbiamo un’intervista per un magazine italiano! E’ veramente grandioso!

Quali sono le vostre influenze musicali e I vostri artisti preferiti?
Steve Le principali sono REM, Alanis Morisette, Cranberries, ma anche un po’ di Toto, Guns ‘N Roses o Metallica. Steve Lukather è una grossa influenza, particolarmente dal punto di vista solistico chitarristico.
Michael Da non dimenticare Beatles, Alan Parson Project. Queste sono grosse influenze per me, e tutte insieme lo sono per i Cornerstone.

Di cosa parlano i vostri testi?
Michael La maggior parte delle canzoni aprlano di storie sulla mia vita, le mie relazioni, lavori, insomma cose che accadono a me, ma altre sono più drammatiche dei fatti reali. (Ride NdR)

Qualcosa di divertente accaduta durante la registrazione dell’album?
Steve abbiamo registrato il demo nel 2006, ma al mixer c’era un idiota, così abbiamo registrato, mixato, mixato, mixtato per 5 mesi. Alla fine abbiamo cambiato studio, ed hanno rimixato il tutto. Ma, per usare le parole di Eddie Van Halen “You can’t polish a heap of dog-shit”. E così abbiamo pagato 12 mila euro per un demo, con un suono terribile e fastidioso. Il demo più costoso di tutti i tempi (Ride NdR)
Michael Dopo un po’ abbiamo firmato per un’etichetta americana e abbiamo riregistrato l’album. Head Over Heels suona veramente bene ora, ed è disponibile in tutto il mondo su www.amazon.com, Itunes, CDBaby e così via. Siamo molto soddisfatti della qualità della produzione.
Are there some happening things happened during the recording sessions?

Quali sono le speranze per il futuro del gruppo?
Michael Diventare la “next bib thing”. Al momento sembra andare tutto bene. Vedremo.

Quanto è difficile uscire dall’anonimato per un nuovo gruppo?
MichaelVeramente difficile! Hai bisogno di gente nella tua squadra orientata al business, altrimenti devi fare tutto da solo come noi. Ho avuto un’agenzia di assicurazioni in passato con 15 dipendenti… così penso posso telefonatre e parlare un po’ con le persone (Ride NdR) Seriamente. Il mercato musicale è in crisi al momento. Ognuno può registrare a casa, ma secondo me molti gruppi sono veramente pessimi. In questo modo l’ascoltatore ha difficoltà a scegliere un buon prodotto sul mercato.

Cosa fate nel tempo libero, se ne avete?
Michael Fare da manager per i Cornerstone, scrivere canzoni e contattare etichette e promoters. Le restanti 5 ore della giornata ho bisogno di dormire (Si ride NdR)
Steve Dormire, leggere, incontrare amici… e suonare la chitarra naturalmente! (Si ride NdR)

Possibilità di vedervi dal vivo? Magari in Italia?
Steve Abbiamo appena terminato un estenuante tour in UK e Austria in Autunno di quest’anno, ma stiamo pianificando un tour in UK nel 2009 di nuovo più qualche concerto in Austria. In Estate saremo in USA, ma niente di fissato per ora.
Michael Una volta abbiamo suonato in Italia al Spirit Of Woodstock a Milano. E’ stata una bella esperienza per noi. Abbiamo alcuni ottimi amici a Bergamo che si fanno chiamare gli Improponibili e suonano ispirandosi ai Red Hot Chili Peppers con cantato in italiabno. Abbiamo parlato di suoanare insieme. Può darsi, può darsi.

Vi lascio il mio consueto spazio per dire quello che volete
Michael Spero di incontrarti presto. Magari nel 2009!
Steve Non tutti gli austriaci indossano pantaloni di pelle e non tutti sono abili allo Yodel (Si ride NdR) Grazie mille per l’intervista Stefano!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati