O2 Shepherd’s Bush Empire – London, UK

25 Giugno 2011

I Cinderella vengono in Italia, di mercoledì, e a Bologna? Allora si va a Londra (di sabato)!
Onestamente dopo i problemi di salute del singer Tom Keifer non avrei scommesso un cent sul fatto di poter vedere i Cinderella dal vivo. Fortunatamente questa tournée celebrativa (per il 25esimo anno di attività della band) ha reso possibile realizzare uno dei miei desideri!
Io e il fido Faina (mio compagno in questa avventura londinese) ci accingiamo alla partenza da Malpensa, il sabato mattina, per recarci in quel di Londra.
Dopo uno splendida visita alla capitale britannica, verso tardo pomeriggio ci rechiamo allo O2 Shepherd’s Bush Empire, la venue scelta per il concerto dei Cinderella. Nonostante manchi ancora del tempo all’apertura del locale, parecchia gente è già in coda per assistere allo show dei propri beniamini. Verso le 7 di sera le porte si aprono e il flusso di gente comincia ad entrare nel locale. Lo Shepherd’s non è nient’altro che un teatro adibito anche ad ospitare anche eventi di questo tipo. Noi prendiamo posto al piano superiore, dove si gode, per altro, di un’ottima visuale del palco.
La cosa che mi ha subito impressionato di questo concerto fuori patria è stata la varietà di persone accorse allo show: ragazzi e ragazzini, persone di mezza età (come lo scatenato 60enne seduto a fianco a me!), intere famiglie e, praticamente, quasi la stessa percentuale tra uomini e donne; cosa alquanto inusuale, per esempio, nel nostro Paese.
L’atmosfera che si respira è quella a metà strada fra una festa tra amici e un evento: mentre cresce l’attesa, la gente sorride, scherza, e, ovviamente, consuma birra a fiumi!
Verso le 9 e 45 si spengono le luci e sale alto il boato dello Shepherd’s! Il pubblico incomincia a scatenarsi e impazzisce letteralmente quando i Cinderella salgono on stage! La band è formata dal già menzionato Tom Keifer, cantante e polistrumentista, Jeff LaBar alla chitarra e cori, Eric Brittingham al basso e cori, e Fred Coury alla batteria. I quattro sono coadiuvati dal tastierista Gary Corbett.
Non avendo un nuovo disco da presentare, la setlist è incentrata sui grandi classici del passato: una vera goduria! Apre lo show Once Around The Ride, brano rock incalzante; gli occhi (e le orecchie) sono puntati ovviamente su Tom Keifer, che in passato è stato affetto da un problema alle corde vocali. Fortunatamente il singer è in piena forma e la sua performance è potente e graffiante come nei dischi in studio. I musicisti sono subito in palla e si dividono lo stage catturando l’attenzione della platea anche se Tom rimane il mattatore della serata.
Si prosegue con due super classici come Shake Me e Heartbreak Station che mandano subito in visibilio il pubblico! Rock energico e scanzonato in grado di scatenare il pubblico per Shake Me, mentre la romantica Heartbreak Station fa cantare tutti i presenti! Si ritorna a rockare con Somebody Save Me e con la bluesy Night Songs, in cui, tra l’altro, Keifer si dimostra egregio anche alla chitarra solista.
I Cinderella alternano pezzi rock a brani più melodici, come Coming Home, supportata dalle chitarre acustiche. Ma il momento più toccante è stato sicuramente la riproposizione delle due ballad probabilmente più famose del combo americano, vale a dire Don’t Know What You Got (Till It’s Gone) e Nobody’s Fool, proposte una di seguito all’altra, quasi in medley. Splendida e sentita esecuzione in cui, tra l’altro, Keifer si disimpegna anche al piano. Nobody’s Fool forse raggiunge l’apice d’intensità, grazie anche ad un cantanto caldo e, a tratti, commovente.
Deciso cambio di marcia con l’arcinota Gypsy Road: pubblico letteralmente scatenato, con le prime file che fanno headbanging, cantano e saltano dappertutto! Anche il 60enne seduto di fianco a me ci dà dentro col suo air drumming insensato!
Lo show si conclude con urla di incitamento e scrosci d’applausi.
Le luci si spengono solo per un breve istante e la band ritorna onstage per i bis. I Cinderella ci portano sui sentieri del blues americano con Long Cold Winter, canzone ricca di pathos e molto suggestiva. Termina definitivamente lo show Shelter Me, brano dal sapore quasi country, nel quale Tom Keifer si cimenta anche con un solo di sax.
La band saluta il proprio pubblico, più che mai caloroso, e promette di ritornare. Da parte mia, dopo quest’ottimo show, spero sia la volta di un nuovo inizio per i Cinderella. Rock on!

Grazie a Dodie per i bellissimi video!

Setlist:
Once Around The Ride
Shake Me
Heartbreak Station
Somebody Save Me
Night Songs
The More Things Change
Coming Home
Second Wind
Don’t Know What You Got (Till It’s Gone)
Nobody’s Fool
Gypsy Road
Long Cold Winter
Shelter Me









Comments

A proposito dell'autore

Post correlati