Tyrant Eyes: The Darkest Hour

Secondo album per i tedeschissimi Tyrant Eyes, che fa seguito al debut Book of Soulsuscito nel 2000. Il gruppo propone un metal a metà strada fra un sound più classicamente spartano e soluzioni più melodiche ...

Michael Monroe – Whatcha Want

  Fa sempre piacere vedere che i "vecchi leoni" continuano a ruggire e sono ben lungi dall'abbandonare la scena: dopo la reunion di successo dei leggendari Hanoi Rocks, Michael Monroe ci off...

Masterplan – Masterplan

Finalmente eccoci a recensire uno degli album più attesi dell'inizio del 2003 insieme a quello dei Kamelot e degli Stratovarius, almeno in ambiente power. I Masterplan, come ormai tutti sapranno, sono il ...

Kamelot – Epica

I Kamelot giungono al sesto album diventando una delle band di punta della Noise Records. Il gruppo ci propone il suo lavoro forse più complesso, infarcendo le undici canzoni con un intro e quattro interl...

SupaRed – SupaRed

Chissà quanti di voi si staranno chiedendo che tipo di gruppo siano i SupaRed. Un nome di un gruppo e una copertina così eccentrici nel metal che genere possono fare? Bene, sveliamo subito l'arcano. I S...

Botch – An Anthology of Dead Ends

I Botch sono morti. Sono finiti in un vicolo cieco, come recita il titolo. Dopo i Breach un altro dei più importanti act dell'harcore post - moderno pone fine alla propria avventura di creazione/distruzione del...

Paul Chain / Johar – Split

Interessante, ma anche molto particolare, questo split cd della Quasar Records... Quello che troverete in questo discho sono infatti poco piu' di 62 minuti di musica di vario tipo, distribuita tra i Johar...

Sinner – There will be Execution

In una fase in cui lo scintillio delle produzioni riesce talvolta a mascherare la validità delle proposte ed in cui sempre meno artisti hanno qualcosa di nuovo da dire, o semplicemente, da aggiungere e su...

Biohazard – Kill or be Killed

I Biohazard sono stati un gruppo fondamentale per lo sviluppo di un certo tipo di sonorità: una promiscuità parossistica di thrash - core e liriche rappate sommata ad una forte attitudine riottosa. Da un...

Kansas – Device – Voice – Drum

Piccola premessa, quella che state per leggere e' una recensione di un live dei Kansas, un gruppo leggendario, uno di quelli che hanno il diritto di essere inseriti fra i piu' importanti di sempre. Evitando di ...

Judas Priest – Live in London

Se da un lato è innegabile che la stragrande maggioranza di noi conosca i Judas Priest, dall'altra non dico certo una novità o un'assurdità affermando che tale conoscenza si limita spesso al tanto celebra...

AA.VV.: Better Undead Than Alive

Esistono compilation che non propongono nulla di nuovo, limitandosi a riproporre canzoni tratte da studio-albums, ed esistono compilation, come questa, che propongono rarità, rimasterizzazioni e demo-trac...

Raunchy – Confusion Bay

Ma quanto tira ultimamente il trend del "modernismo"? Un sacco di band si affacciano all'elettronica e propongono un sound che viene sommerso da effetti elettronici e magari mischia violenza e melodia... Divers...

Nargaroth – Geliebte Des Regens

I Nargaroth invocano la pioggia e lo fanno nel modo migliore possibile, con un disco, il quinto della loro carriera, che pur essendo black metal fino al midollo è allo stesso tempo intimista, melodico e sopratt...

Anathema – Serenades

"Serenades", uscito nel 1993 (circa un anno dopo l'ep di debutto) e' il primo grande successo degli Anathema. Questo album suscitò infatti un grandissimo interesse nella scena doom metal dell'epoca, e gli Anath...