Album

Nahui – A Blue Fire

Qualche anno fa mi era capitato tra le mani il demo di Nahui, progetto in cui tutto era fatto da Luca Giancotti, un lavoro tutto sommato interessante ma anche dotato di diverse imperfezioni. A distanza di tempo...

The Dying – Triumph Of Tragedy

I belgi The Dying, dopo aver pubblicato il demo-CD 'Jesus To Judas', debuttano per Drakkar Records con 'Triumph Of Tragedy'. Un disco che è un assalto thrash/death in piena regola, influenzato da compagini come...

InAllSenses – The Experience

Chi scrive, prima dell’ascolto del disco oggetto della recensione, aveva un’opinione differente degli Inallsenses, frutto di una performance non di certo esaltante tenuta, come opener degli Illogicist, poco dop...

Hammerfall – No Sacrifice, No Victory

Un ottimo inizio d’anno per gli svedesi Hammerfall. No Sacrifice, No Victory è un album musicalmente più maturo dei precedenti, nel quale ogni canzone è dotata della propria personalità. Davvero piacevole sin ...

Enema – What Makes You Human

Attenzione a questi Enema! Parto subito mettendo tutti in guardia: questo è un gran bel disco, uno di quelli che meritano di non passare assolutamente sotto mano. Arrivano da Reggio Emilia e non hanno bisogno d...

Pestilence – Resurrection Macabre

La reunion è un fenomeno ormai a dir poco diffuso in tutto il mondo metallico. Sono innumerevoli le formazioni che hanno deciso, chi per un motivo e chi per un altro, di sotterrare l'ascia di guerra e dimentica...

Kooznetz – Kooznetz

Se non avessi visto il CD, il nome del gruppo e avessi chiuso gli occhi dopo aver acceso lo stereo non avrei mai detto che ciò che stavo ascoltando fosse del 2009, il gruppo è canadese e quasi tutti i component...

Swashbuckle – Back To The Noose

Come poter valutare un album così disconnesso, vario, assurdo ma a tratti divertente? Ben 21 canzoni per un totale di appena 41 minuti rende l’idea della brevità dei pezzi e, forse anche per questo, della super...

Dying Fetus – Descend Into Depravity

Non c'è che dire, i Dying Fetus ci sanno fare. Eccome se ci sanno fare. Credo che per un qualsiasi amante del sano death metal non ci sia niente di meglio che ricevere uno schietto e diretto pugno in mezzo ai d...

Highlord – The Death Of The Artists

“The Death Of The Artists” è il sesto studio album dei torinesi Highlord, power metal band attiva da più di un decennio. Questo disco rappresenta una grossa novità di questo per il gruppo, ovvero è il primo sen...

Murder Therapy – Symmetry of Delirium

I bolognesi Murder Therapy offrono un death metal di tutto rispetto senza compromessi e senza paura di niente e di nessuno. Diciamo da subito che il lavoro non deve essere giudicato per l’originalita’ che non o...

Jelonek – Jelonek

Il mondo del metal non finisce mai di stupire. Quando hai appena finito di girare attorno ai soliti nomi in attesa dell'ennesimo capolavoro che non arriva mai, quando senti di avere tracciato il solco sui tuoi ...

7 Months – In Time…

I 7 Months sono una gruppo progressive metal californiano attivo fin dal 1995 ma presente sul mercato discografico solo dal 2002. Questo “In Time…” è il loro secondo album. I riferimenti del gruppo sono le clas...

Blaze Bayley – Promise and Terror

E\' uscito il nuovo disco di Blaze Bayley sai? - Di chi? - Blaze Bayley, l\'ex cantante dei Maiden!- Ah, si, Blaze... Tipico discorso di due appassionati di metal. Cosa voglio dire partendo in questo modo per q...

Heathen – The Evolution Of Chaos

Dopo una lunga gestazione vede finalmente la luce il come back di una delle bands più amate e al tempo stesso sottovalutate della Bay Area. Parliamo degli Heathen capitanati dal buon Lee Altus il quale, mentre ...

36 Crazyfists – Collisions And Castaways

“Collisions And Castaways” rappresenta il sesto parto dei 36 Crazyfists, formazione originaria delle terre d'Alaska, ma attualmente risiedente a Portland, Oregon. Il genere suonato da questi ragazzi altro non è...

HOD – Serpent

Dal Texas arrivano gli HOD, gruppo di recente formazione, che con “Serpent” arrivano al loro debutto discografico, dopo un demo del 2007. Gli HOD suonano un black/death ruvido e grezzo in piena tradizione ameri...

Black Label Society – Order Of The Black

Premetto che Zakk Wylde è uno dei miei chitarristi favoriti di sempre e la notizia che Ozzy l'aveva scaricato mi era sembrata assolutamente inverosimile, anche se, a conti fatti, il madman ne ha guadagnato con ...