RHAPSODY OF FIRE – INTO THE LEGEND

Sono già passati tre anni dal precedente lavoro, l’attesa per INTO THE LEGEND era ormai diventata febbrile per i tanti sostenitori della band nostrana. La domanda principale che si fa di solito in vista di un n...

Scelerata – Darkness And Light

Un nuovo gruppo power si affaccia sul mercato discografico con un album dal titolo quanto mai evocativo "Ombre e Luci". Il valore del gruppo si nota subito dalle prime note, sicuramente esperti per quel che rig...

W.A.S.P – Dominator

Dopo ben tre anni di attesa, Blackie Lawless ed i suoi W.A.S.P tornano alla grande sul mercato discografico rilasciando l’ennesimo, ottimo, studio album della propria carriera. Con “Dominator”, infatti, non si ...

Reasonable Doubt – Built To Resist

La storia che si ripete. I Reasonable Doubt sono una giovane e dotata band proveniente dall'Inghilterra e destinata, qualora dovesse mantenersi su questa lunghezza d'onda, verso il solito limbo caratterizzato d...

Mantra – Hard Times

“Hard Times” non è l’ultimo lavoro della band toscana ma esattamente il disco precedente, uscito nel 2004 e finito nelle mire promozionali del distributore Trendfabrik.com che ne ritenta il rilancio a distanza ...

Soul Takers – Flies in a Jar

Ricercatezza incompiuta. E' questa la caratteristica fondamentale di 'Flies in a Jar', seconda creatura degli italianissimi Soul Takers e successore del positivo 'Tides'. A tre anni di distanza dall'esordio, pe...

Dio – Holy Diver

Scrivere la recensione di un album di Ronnie James Dio è un qualcosa di affascinante, perché questo venerando e celebre cantante italo-americano è uno fra i fondatori dell’heavy metal, uno dei punti di partenza...

Insision – Ikon

Abitudinari: è questo l'aggettivo che meglio descrive gli Insision all'alba del terzo full-length della loro carriera. Da Earache/Wicked World alla meno prestigiosa Dental Records, il passo è rapido ed indolore...

Macbeth – Superangelic Hate Bringers

Come ci si poteva aspettare con "Superangelic Hate Bringers" i Macbeth hanno continuato lungo la strada intrapresa col precedente "Malae Artes", per cui ora ancora più che in passato la loro musica è assimilabi...

Saga – 10,000 Days

“10,000 Days” è l’ultimo album dei Saga con il grande Michael Sadler: il cantante, dopo trent’anni di onorata carriera, ha deciso di lasciare per dedicarsi alla famiglia. Un’ultima, incredibile, testimonianza ...

Elegy – Labyrinth Of Dreams

Nei primissimi anni novanta la (ormai defunta) Modern Music creò la TT Records, etichetta dedicata quasi esclusivamente a sonorità prettamente power in tutte le sue forme che da lì a qualche anno si sarebbero m...

Dreamscape – 5th Season

A due anni di distanza dal precedente “Revoiced”, album che proponeva alcuni vecchi brani ri-registrati con la nuova line up, tornano a far parlare di sé i Dreamscape con “5th season” loro quinto lavoro in stud...

Motus Tenebrae – Soul Expression

Nuovo album per i pisani Motus tenebrae. Per chi non li conosce, a un primo ascolto l'album può risultare un po' indigesto: non si riscontrano brani capaci di spiccare tra gli altri e in alcuni punti si può ril...

No More Fear – Ethnoprison

Dopo una tanto regolare quanto sudata gavetta, consistente in uno split ed un lavoro autoprodotto, i No More Fear arrivano alla chance del primo disco “vero” con tensione e motivazioni. E’ così che, sapienti di...

Demise – Torture Garden

Ancora Polonia, ancora metal estremo. Questa volta sono i Demise e il loro terzo CD ufficiale a essere ristampati dalla Metal Mind e ad essere immessi sul mercato a tre anni di distanza dal lancio in terra madr...

TeleSpallaBob – Di Rabbia E Di Vino

I pregi e i limiti dei TeleSpallaBob stanno tutti nella definizione che si sono dati: "the drink'n'roll band". Le canzoni contenute in "Di Rabbia E Di Vino" sono infatti allegri pezzi punk rock all'italiana div...

Thanatoschizo – Zoom Code

"Zoom Code" dei Thanatoschizo mi ha incuriosito. Non è perfetto, presenta diverse sbavature, ma è riuscito comunque ad accattivarsi la mia attenzione. Questi portoghesi si cimentano in una miscela di death melo...

Grenouer – Lifelong Days

Attivi da parecchi anni ormai i Grenouer sfornano un nuovo disco che ancora una volta porta la band russa a mutare le proprie coordinate artistiche e musicali passando dal thrash/death tipico dei loro primi lav...