Album

The Aristocrats – You Know What…?

Recensione di Roberto Tiranti Ci sono un’inglese, un tedesco ed un americano, ma pur sembrando il classico incipit da barzelletta, qui c’è molto poco da ridere:Guthrie Govan: chitarraMarco Minneman: bat...

RHAPSODY OF FIRE – INTO THE LEGEND

Sono già passati tre anni dal precedente lavoro, l’attesa per INTO THE LEGEND era ormai diventata febbrile per i tanti sostenitori della band nostrana. La domanda principale che si fa di solito in vista di un n...

Descending – Enter Annihilation

Vi prego ditemi voi se questi Descending ci sono o ci fanno. Ascolto il disco e mi sembra in pratica di trovarmi di fronte ad una compilation, data la differenza fra le varie tracks che sembrano scritte da band...

Terremoto – The Eternal Scream

Un buon album questo per i nostrani Terremoto che tentano il grande passo, l'uscita dalla scena underground per ritagliarsi uno spazio nel mondo della musica di ampia diffusione. Già visti personalmente in aper...

Ecliptica – Impetus

Stavolta devo essere sincero: nel mio girovagare metallico alla consueta ricerca di news, notizie e curiosità circa le mie band preferite e quelle che potrebbero diventarlo ero incappato in alcune discussioni s...

Pure Inc. – Parasites and Worms

Tenete lontano dalla tavola questo cd... la copertina infatti ci propone uno splendido spaccato di vita comune: un foglio bianco appoggiato su di un tavolo e ricoperto.. di vermi e lombrichi! E pensare che ci s...

Nova Art – Follow Yourself

Quello dei Nova Art è un prog metal moderno dalle tinte darkeggianti che prende tantissime influenze e le giustappone in un album piacevole e riuscito, ma che soffre un po' dell'essere un patchwork di elementi ...

Prymary – The Enemy Inside

Il gruppo Prymary nasce nove anni fa in California con l'intento di suonare musica in piena libertà. Hanno all'attivo due album e la partecipazione a due compilation, una delle quali di omaggio ai Fates Warning...

Regardless Of Me – The World Within

Mi sono avvicinato a questo disco con dei pregiudizi, la copertina e le prime note mi facevano infatti pensare al solito album gothic dozzinale... fortunatamente i Regardless Of Me sono stati capaci di farmi ri...

Axel Rudi Pell – Tales Of The Crown

Se vi chiedessi di associare al nome di Axel Rudi Pell tre termini che possano ben riassumere e descrivere i lineamenti della sua proposta musicale, forse alcuni di voi concorderebbero con me nel rispondere dec...

Sympathy – Anagogic Tyranny

Giungono al terzo atto della loro lunga carriera i canadesi Sympathy, band dedita a un death metal senza compromessi, che, se da un lato lascia trasparire influenze americane, soprattutto New Yorkesi, dall’altr...

Born Of Sin – Imperfect Breed Of Humanity

Altro gruppo svedese costituito nel 2001 nella città di Trollhättan, a nord di Göteborg, in Svezia e devota al death metal piu’ tradizionale farcito da alcune influenze black, con puri riferimenti a band come ...

Ov Hell – The Underworld Regime

Shagrath (DIMMU BORGIR, CHROME DIVISION), King (GOD SEED, GORGOROTH, JOTUNSPOR, I, SAHG, AUDREY HORNE), Ice Dale (ENSLAVED, I, AUDREY HORNE, TRINACRIA, DEMONAZ), Frost (SATYRICON, 1349), Teloch (NIDINGR, GOD SE...

Rush – 2112

Il 2062 è l'ultimo anno di pace per gli abitanti dell'Universo. Una guerra interplanetaria ha interrotto il naturale scorrere del tempo e della storia così come a noi nota e tutti i pianeti conosciuti vengono f...

Pensées Nocturnes – Grotesque

Il secondo album di Pensées Nocturnes dimostra la crescita artistica del francese Vaerohn, che dopo Vacuum, ancora acerbo e poco equilibrato tra le parti, sorprende tutti con quest’opera ai confini della compre...

The Archetype – The Fallen Grace

Le commistioni tra generi diversi di musica sono sempre le benvenute, se fatte con cognizione di causa e con la coscienza dei propri mezzi. Al contrario, i minestroni mal mescolati danno risultati disastrosi, a...