C’è ancora bisogno di gruppi gothic power al giorno d’oggi? Secondo me no, a meno che non introducano delle innovazioni tali da giustificare la loro esistenza o a meno che non siano veramente dei bravi artigiani… secondo i Black Diamond (nome forse preso dalla celebre canzone degli Stratovarius) e la Club Inferno Entertainment (che ha preso sotto la propria ala protettiva questa band) invece sì. Gli otto brani che compongono “Mourning For Me” sono decisamente ben prodotti per essere parte di un demo, tuttavia la qualità delle composizioni è quella che è, trattandosi di un gothic power tendente al pop come tanto se ne è sentito finora. Certo, i Black Diamond sono molto giovani ed hanno ampi margini di miglioramento, tuttavia forse sarebbe stato meglio aspettare di maturare un po’ e di acquisire più personalità prima di rilasciare un lavoro. Allo stato attuale delle cose ci troviamo quindi di fronte ad un lavoro sufficiente per essere un demo, ma penso che la band debba fare ancora parecchia strada prima di diventare abbastanza interessante da emergere in una scena già sovraffollata.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati