Beyond the Embrace, un nome che potrebbe presagire un ennesimo gruppo gothic, ma in realtà porta nel nostro lettore l’ennesimo gruppo thrash/death di scuola svedese. Palesi le influenze con gli ultimi Inflames e tutto il “nuovo” thrash, su tutti i The Haunted.
Purtroppo nononstante la buona produzione e la buona tecnica, non c’è molto da aggiungere. Il disco procede scorrevole, si lascia apprezzare, ma senza troppo coinvolgimento. I brani procedono piu o meno nella stessa direzione, parte veloce – ritornello melodico – chiusura, lasciandosi apprezzare sicuramente di piu nei passaggi lenti, in cui spunta una vaga somiglianza con certi Sentenced piu energici.
Lo spazio nn è di sola “cattiveria” in quanto sono lasciate due tracce ad una semi-ballad “My Fall” ed un break acustico “Ashes”, di discreta fattura. Buona la produzione invece, e la perizia tecnica del combo, soprattutto nei pregevoli stacchi solistici, la parte sicuramente piu riuscita del lavoro. Buona anche la prestazione del singer Shawn, che sa gestire bene gli scream piu grezzi sia i refrain piu melodici.

Detto questo, nulla da aggiungere. Metal Blade sembra aver preso la direzione di sfornare a badilate gruppi di questo genere, e non sempre fa centro, anzi raramente. Sperando in un futuro migliore per questi ragazzi.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati