I Benedictum sono una nuova ed interessantissima realtà del panorama metal mondiale. H-M.it è risucito ad intervista Veronica, cantante della band americana, e quello che ne è venuto fuori è davvero una bella chiacchierata! Buona lettura a tutti voi.

Ciao Veronica e benvenuta su H-M.it
Iniziamo subito con il parlare di voi: che ne dici di presentarci subito la band…insomma qual è la storia dei Benedictum?

Ciao!! È un onore per me poter fare un’intervista con voi, grazie mille. I Benedictum si sono formati quando io e Pete Wells lasciammo la nostra band madre, i Malady e iniziammo a suonare assieme a Blackie e Chris…in seguito cercammo un bassista che ci abbandonò poco dopo averlo trovato. Abbiamo cercato un bassista per tutto il periodo di creazione e registrazione delle nostre canzoni. In seguito abbiamo incontrato Jesse il quale si è poi unito alla band…questo è quanto, riassunto molto velocemente.

La cover di “Uncreation” ritrae te Veronica o una donna a te molto somigliante…quanto punta la band sulla tua figura e quanto è importante per i Benedictum l’avere una cantante donna?
Si, l’artwork dell’album ritrae la mia figura. Quanto è importante avere una cantante donna?…non penso che sia importante…credo invece che sia importante avere un buon cantante. Così se tu pensi che io abbia talento allora grazie, altrimenti se pensi il contrario va bene lo stesso ma non penso che ci sia molta differenza dall’avere un cantante maschio o femmina…anche se a volte aiuta ad attirare l’attenzione:)

Benedictum e Papa Benedetto XVI…una coincidenza oppure l’avete fatto apposta?
Sicuramente una coincidenza e spero che sia un buon segno. Pete e io creammo il nome Benedictum un paio di anni fa e quando il nuovo Papa fu eletto avevamo già scelto il nome per la band. Durante quei giorni stavamo giusto registrando il nostro album.

Scherzi a parte… da dove deriva il nome della band?
Avevamo intenzione di chiamare la band Bound ma Jeff Pilson e Craig Goldy e molte altre persone pensavano che questo non fosse un nome adatto a noi. A tutti piaceva il nome Benedictum, che tra le altre cose è anche una canzone che ho scritto per l’album e alla fine abbiamo pensato che fosse un buon nome per la band. Non ci siamo preoccupati troppo all’inizio ma ora siamo sicuri che sia il nome giusto per il gruppo.

Ok, io ho scritto che cosa penso dell’album nella mia recensione dandogli il massimo dei voti…mi puoi dire che cosa ne pensi tu di “Uncreation”? Sei libera di dire ciò che vuoi.
Ti ringrazio davvero tanto per l’ottimo voto! È fantastico! Penso che “Uncreation” sia il culmine di un bel po’ di lavoro e del talento di tutti noi. Siamo stati aiutati da molte persone e Jeff Pilson ci ha veramente dato una mano a realizzare il meglio. È stato un lavoro difficile ma sono contenta del risultato e spero che anche voi lo apprezzerete!

Personalmente credo che “Uncreation” sia una vera bomba, che il tuo modo di cantare sia davvero esplosivo e che i suoni di chitarra siano dannatamente pesanti…come descriveresti la musica dei Benedictum?
Forte e potente! Questo è quello che spero che pensiate anche voi:)

Avete lavorato assieme a Jeff Pilson, com’è stato lavorare con una simile celebrità?
Jeff è uno degli individui più precisi che io abbia mai conosciuto. Lavorare con lui è stato magnifico ma era sempre e solo lavoro! Jeff è una persona meravigliosa e piena di talento; mi ha lasciato senza parole vederlo lavorare e ogni volta che iniziava a lavorare potevi vedere i “motori scaldarsi” nella sua testa e vedere nascere un’idea. Fantastico!

Di che cosa parlano i testi delle vostre canzoni?
Nessun concept album in realtà. Ho scritto i miei testi basandomi su vari argomenti perché la mia mente è sempre pronta a dare libero sfogo a tutto. Sono molto “emotional” e mi butto a capofitto in un mucchio di cose. E sembra che la musica sia molto rilassante per me, come una terapia. Ho scritto testi su argomenti che sento nel mio cuore, sull’essere depressi in “Two steps”, sull’essere arrabbiati in “Them” etc etc:)

Come mai soggetti come il “Wicca” e le “Walkyrie” appartenenti in ogni modo alla storia europea vi hanno affascinato così tanto da scrivere due canzoni a riguardo?
Prima di tutto penso di non averti ancora detto che mia mamma è tedesca e che anche i miei due fratelli sono nati in Germania mentre io sono nata a San Diego, America. Quindi sono un po’ europea anche io. A ogni modo per Wicca mi sono ispirata ad un libro che il mio capo aveva letto un giorno. Lui mi disse “Hey, questo è forte, leggilo”. Era una lettera scritta da un padre a sua figlia. Era stato perseguitato per essere diventato una “strega” e fu torturato senza pietà. Il nome di sua figlia era Veronica e questo mi colpì moltissimo e ho pensato di scrivere una canzone sull’argomento. E così nacque “Wicca”. Diversa è la storia di “Valkyrie”. Avevamo in mente di scrivere un canzone epica e piuttosto lunga. Così una volta ho iniziato a pensare a come unire questa parti tra di loro, ho pensato a una persona durate una dura battaglia, al suo spirito intrepido e sembrava essere una cosa “cool”…poi qualcuno venne da me e mi disse che sembravo una Valkyria e così ho pensato che questo fosse il titolo giusto per la canzone!

Ho saputo che tempo fa sei stata in Italia, che impressione ti ha fatto il nostro paese?
Non era mai stata prima in Italia prima d’ora ed è stato FANTASTICO! Non me ne volevo più andare via! Non ho avuto il tempo di vedere tutto quello che avrei voluto ma è stato grande passare qualche giorno nel tuo paese. Ho fatto anche qualche intervista ed è stato grandioso. E la persona che mi ha fatto da interprete all’aeroporto…uh…wow…era molto attraente…ma non dirgli che te l’ho detto ahahahha (e allora cosa me lo scrivi n.d.a.?)

Vi siete guadagnati la partecipazione al Gods Of Metal 2006, come ti senti? Oltre a questa data suonerete in altri festival estivi?
Siamo davvero esaltati per il Gods Of Metal…davvero, non riesco a smettere di pensarci. È un gran sogno per me poter suonare nei festival europei anche se purtroppo ci sono molti problemi in quanto noi viviamo abbastanza lontani e i costi per portarci qui in europa sono piuttosto alti. “Hey…se c’è qualcuno da voi che ha qualche soldo da investire nei Benedictum si faccia avanti!!!! Mi potete contattare tramite il nostro sito web”. Dannazione, sto pensando a come sarebbe meraviglioso essere da voi QUEST’ANNO per supportare l’album. Spero quindi di riuscire a combinare qualche altro shows durante il tempo che staremo lì da voi!

Siamo in chiusura. Come al solito ti lascio lo spazio per dire ciò che vuoi ai nostri
lettori…

Italia, stiamo arrivando! Non ce la faccio più ad aspettare… ci vediamo al Gods of Metal e grazie a tutti voi per il supporto che ci date!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati