Saliti agli onori delle cronache per il fisico prorompente della cantante Veronica Freeman, i Benedictum stanno dimostrando, album dopo album, di avere delle capacità compositive assolutamente di primo ordine.

Con ‘Seasons Of Tragedy’, la band torna a colpire duro l’ascoltatore con un heavy metal dal piglio potente, in grado di utilizzare a proprio piacimento soluzioni sonore carpite direttamente dal settore thrash e caratterizzato, in prima istanza, dalla carismatica prestazione vocale di una Freeman indiavolata. Giocano pesante, i Benedictum, e lo fanno decisamente bene inanellando una serie di episodi molto ispirati e coinvolgenti. Se si potesse capovolgere idealmente questo ‘Seasons Of Tragedy’, non si farà certamente fatica ad apprezzare le qualità della conclusiva e monumentale title track, oltre dieci minuti di variegato heavy metal teutonico con tanto di refrain magnifico e cambi di tempo esemplari. A scendere, incontriamo il brano più atmosferico e lento del disco, ovvero la power ballad ‘Steel Rain’ e subito prima l’incredibile riproposizione della monumentale ‘Balls To The Wall’ degli Accept. Tanti, ancora, i brani da citare: ‘Legacy’, dal piglio melodico, ‘Beast In The Field’ e l’iniziale ‘Shell Shock’ con la loro carica di pura adrenalina heavy metal e via via tutti gli altri protagonisti di questo interessantissimo lavoro. A cavallo tra passato (Accept, Judas Priest, UDO) e presente (Primal Fear), i Benedictum ripercorrono con personalità tutti i clichè del metal classico, caratterizzandosi per l’incredibile prestazione vocale della loro cantante e per un songwriting mai banale o pretenzioso. Un album tutto muscoli e passione, dunque, in cui concetti quali tradizione e potenza vanno di pari passo per tutta la durata del prodotto. Pochi, se non rari, i momenti di stallo, fondamentalmente legati alla dedizione spudorata che lega la band alla proprie radici musicali. In compenso, ‘Seasons Of Tragedy’ risveglia in tutti gli appassionati di heavy metal classico quella frenesia che accompagna l’uscita di ogni lavoro di qualità. I Benedictum sono, ora, gli artefici di un successo che va al di là delle becere maldicenze che ne hanno accompagnato ogni singolo passo in campo heavy metal. Prima di ogni altra cosa, per loro parla questo stupendo ‘Seasons Of Tragedy’…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati