Mettiamo subito le cose in chiaro, i Barcode non sono la new sensation della scena metalcore: i Barcode vantano una carriera decennale fatta di concerti in giro per il mondo, sbattimenti e sacrifici. Detto questo parliamo di questo nuovo album: “Ahead Of The Game” è il quinto lavoro della band danese, che vede tra le proprie fila la partecipazione di Jacob Bredhal, qui sotto il nome di Dr.J ( sia chiara un’altra cosa, non si tratta di un suo dark project ) e del nuovo singer SS Graveyard. Non aspettatevi spettacolari fraseggi tecnici, assoli ipertecnici o vocette da emo smidollato/finto incazzato, tra l’altro una categoria dalla quale hanno sempre mantenuto le distanze e che sbeffeggiano alla grande con la qui presente “Emo Nation”.
Qui ci troviamo di fronte a tredici schegge impazzite di furioso hard core a metà strada tra old e new school reso ancora più massiccio da sane dosi di suono metallico, grazie alle mani esperte in consolle del produttore Tue Madsen, breakdown devastanti e una voce al vetriolo che più incazzata non si può.
Nulla da aggiungere se non che questo lavoro esce per la nostrana Scarlet, e che vanta come special guest il mitico Lou Koller dei Sick Of It All, qui presente nella mazzata “Course Of Action”.
Se vi piacciono gruppi come Terror e Hatebreed e siete alla ricerca di un album carico di energia e sfrontatezza, troverete di sicuro pane per i vostri denti, se siete dei metallari fino al midollo ( come il sottoscritto ) ascoltatevelo comunque, non potrete non resistere. Se invece siete dei raffinati con la puzza sotto il naso, statevene pure a criticare gruppi del genere, tanto di quello che pensate se ne fregano; non per niente il loro brano di apertura si intitola “Fuck What You Say”.
BREAK IT DOWN MOTHERFUCKERS !!!!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati