Gli Asia sono sempre stati una mia grande passione dall’album che me li aveva fatti conoscere, Astra. Finalmente entro in possesso del DVD del concerto del ventennale registrato nel New Jersey, ormai un paio di anni fa.
Questo DVD è uno dei pochi pubblicati dal gruppo fino ad ora, ma l’occasione era veramente ghiotta, e ovviamente irripetibile. Il concerto si svolge in un teatro gremito di fan, vecchi e nuovi. E questa è una cosa decisamente interessante: nonostante gli anni il complesso di Downes e Payne ha un nutrito ed eterogeneo raggruppamento di persone dagli adolescenti ai cinquantenni, che non li hanno mai abbandonati.

La qualità video è decisamente buona ed è supportata da un audio 5.1 Surround, che purtroppo non ho potuto apprezzare data la mancanza delle casse accontentandomi quindi di un semplice 2.0 Stereo.
Ogni canzone al termine è seguita da delle interviste (svolte da una prosperosa intervistatrice) ai componenti del gruppo, o ai fan che facevano la fila o prima o dopo il concerto per farsi autografare i propri album.

La scelta dei brani della scaletta è stata molto buona e coerente con la celebrazione del ventennale. Downes e soci ci ripropongono quindi una selezione dei pezzi più noti del gruppo dal periodo con John Wetton, “Don’t Cry”, “Sole Survivor” (sempre stupenda), “Go”, “The Heat Goes On”, “Heat Of The Moment”, “Only Time Will Tell”… insomma una buona metà del concerto, resi perfettamente dalla formazione attuale in cui spicca il talentuoso chitarrista Guthrie Govan. Il ragazzo infatti si doveva cimentare con brani suonati originariamente da chitarristi del calibro di Steve Howe, Mandy Meyer, ma anche Al Pitrelli per quanto riguarda il brano estratto dall’album Aria, “Military Man”.
Tutti brani eseguiti egregiamente, anche dai veterani Downes e Payne e dall’ex AC/DC Chris Slade, sempre preciso e che non teme paragoni con il suo più illustre collega Carl Palmer.
Per quel che riguarda l’esecuzione quindi altissima professionalità, sorretta dalla sempre ottima qualità dei brani degli Asia scritti nelle ultime due decadi.

Meno soddisfacente è invece il gruppo sul piano dell’intrattenimento, nessuna interazione col pubblico che assiste seduto comodamente sulle poltroncine del teatro; pubblico che comunque in svariati frangenti non evita di farsi sentire particolarmente sui classici restando un po’ più tranquillo sui brani tratti dall’ultimo (di allora, anno 2000) album (“Awake”, “Wherever You Are”).
Non ho gradito neppure la posizione di Downes che ha le tastiere rivolte verso il retro del palco dando molto spesso le spalle al pubblico. Scelta dettata da esigenze di ripresa forse ma veramente poco gratificante per i fan, onestamente.

Nel complesso questo DVD, supportato anche da un CD, rende bene l’atmosfera del ventennale più delle decine di antologie e bootleg più o meno ufficiali usciti in tutti questi anni, in particolare della raccolta del ventennale della Geffen relativa però solo al periodo del contratto del gruppo, appunto con la Geffen.
America è caldamente consigliato a tutti i fan degli Asia, anzi da avere, particolarmente la versione DVD, anche se non c’è materiale bonus, interviste a parte.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati