Gli Anarchÿ-x sono un gruppo gia’ abbastanza conosciuto in alcune zone dell’Italia per via della loro attivita’ live. Sono una cover band totalmente dedita ai Queensryche, formata da elementi tecnicamente validissimi e soprattutto da veri fan dei ‘ryche (Fabio Lentola e’ addirittura il fondatore dell’Empire italiano, nonche’ uno dei piu’ grossi collezionisti di ‘ryche materiale che possiate trovate in giro). Diciamo subito che era difficile soddisfarmi, visto il mio grosso amore per la band di Tate e soci, tuttavia gli Anarchÿ-x sono riusciti a strappare i miei consensi. I tre pezzi che compongono questa preview sono infatti tutti ben suonati in maniera conforme ai brani originali, le cover della band tendono infatti a riproporre i pezzi in maniera rispettosa e non stravolta, e gia’ da qua si capisce quanto i cinque amino i Queensryche. “Walk in the shadows” e’ semplicemente perfetta (se la fate sentire a qualcuno che non conosce bene la versione originale potrebbe quasi confondere le due versioni), in particolare Max sembra un novello Tate (ma siamo sicuri che Geoff non abbia un figlio segreto in Italia?); “Revolution calling” e’ un po’ meno riuscita: sempre bravi gli strumentisti, mentre la voce convince un po’ meno; infine “Queen of the reich” e’ davvero una sorpresa. Come ho detto sopra c’e’ poco da commentare sulla bravura di chi sta dietro agli strumenti, ma quello che piu’ colpisce e’ ancora Max che riesce ad essere credibile anche come interprete di questa canzone… (“Queen of the reich”, non so se rendo…). Insomma, questi tre brani sono davvero un antipasto succulento e sono molto curioso di sentire la versione definitiva di questo tributo (tra l’altro in quella sede potro’ esprimermi in maniera “definitiva” dando un voto numerico e parlando di cose come la produzione…), per ora comunque complimenti agli Anarchÿ-x !!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati