Si, a me il brutal di solito non dice molto… qui però c’è qualcosa di più in questo debutto su lunga distanza dei nostri Abyss Of Pain.
Un dedutto che segue di due anni il primo demo “And Pain Grows Stronger”, e che colpisce subito per una nota personalissima che rende anche uno dei sottogeneri più pesanti e spesso indigesti del mondo metal più “orecchiabile” e intrigante.
Ad un growl corposo e comunque preciso infatti si sommano sprazzi di musica aperta e diretta, che ben si mescolano ai riffoni ripetitivi ed ossessivi tipici del genere.
A song dall’incedere incalzante e velocissimo, pure sferzate di violenza in faccia, si alternano brani più riflessivi e cadenzati, pesanti nel loro andare, ma dotati di una carica quasi insana e malata.
Si parte decisi con ” Forever in Hell”, a dire il vero uno dei pezzi meno riusciti del lotto, in cui a tratti pare emergere il difetto di molte band grind e brutal: voce su un ritmo, batteria in doppiacassa sferzante su un altro, a creare un po’ di confusione musicale e sonora.
Il tiro è però subito corretto con la seguente “Son Of Darkness”, in cui è la velocità a farla da padrone, con chitarre in primissimo piano, a giocare ad accellerazioni e rallentamenti con il drumming, sempre deciso e preciso. La voce del singer cambia spesso e volentieri tra scream e brutal, in un mix tra Cannibal Corpse e Cradle of Filth… really beautiful!
Sono 11 brani che scorrono via velocissimi come il ritmo che li contraddistingue ma che si lasciano davvero ascoltare e conquistano ogni volta di più, con le sonorità rigide ma mai inespugnabili, asciutte e crude eppure sempre ricche di particolari.
E si parla allora di song dal sapore quasi doom a tratti quali “Your Dying Body ” e di song dalle evocazioni black, “Can’t Hate You No More ” per esempio, fino alle più pure song brutal (“Death Will Rise Again “)
Sonorità miscelate che non creano però mai confusione nel loro caos ordinato, perfettamente intonate al nero e oscuro artwork che magnificamente si lega alla musica nera contenuta nel dischetto… Ottimo debutto davvero, per tutti gli amanti delle sonorità estreme!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati