Absolute Steel? Mai sentiti nominare? Troppo sentiti nominare? C’è da dire che nome più scontato non potevano scegliere questi cinque pazzi norvegesi. I ragazzotti si fanno portavoce di “Sex, drinks & Rock’nRoll” e come dargli torto! In patria, cito dalla biografia allegata, il nome del gruppo è cominciato a circolare alcuni anni fa grazie a concerti ricchi di spettacolo. Il gruppo definisce infatti la propria musica Party Metal, termine piuttosto pacchiano e stupido se vogliamo, ma come spesso accade rende bene l’idea di cosa si può trovare in questo dischetto.

Il genere che seguono i cinque nordici pesca, ma che caso, dal metal di vent’anni fa, con un forte accenno di sano e gustoso hard rock. Non l’avreste mai detto vero? Quel che è anche certo è che i nove brani sono veramente buoni, ben scritti e suonati ed il senso di divertimento traspare tranquillamente e con molta semplicità.
Veramente bella e spensierata l’inno alla birra “Beerrun”, un po’ troppo maideniana nel “sound” ma comunque efficace. Ragazzi vi ritroverete a canticchiare il vostro amore per la birra, ve lo garantisco!
I testi non sono propriamente seri, come si sarà forse capito, e sicuramente il divertimento è assicurato, veramente.
Deliziosa la sdolcinata acustica “Juicy Lucy”; con “Kick” invece vi ritroverete a saltellare per la stanza scuotendo la testa al ritmo delle grintose e sporche chitarre e, analogamente a “Beerrun”, canticchierete “Kick Me When I’m Down!”.

D’altronde il metal e l’hard rock devono suscitare emozioni, possibilmente positive (almeno per me), ma anche grinta e tanto tanto sano divertimento. Questo “Womanizer” è un cd adattissimo da ascoltare a tutto volume in numerosa compagnia con tanta buona birra di contorno.
Cantare a squarciagola tutti insieme in un bel sano party serale che si protrae per tutta la notte.
Divertimento puro, tanti riff e grandissima musica come la bellissima “Too Slow Above” e le strumentale “Deliverance” e “Opus Suite”, due brani tutto riff e soli di chitarra da mozzare il fiato, di malmsteeniana memoria la seconda.
Fatevi stregare dagli Absolute Steel!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati