Gli Absinthium sono una realtà parteno-torinese dedita ad un heavy-thrash davvero interessante.
In attesa del loro prossimo lavoro, abbiamo il piacere di dare spazio, sul nostro portale, alle battute di Dario Nuzzolo, bassista e fondatore della band.

Ciao Dario! Anzitutto, grazie per avermi concesso questa intervista!

Per cominciare ti chiedo di introdurre gli “Absinthium” ai lettori di “Heavy-Metal.it”.
Ciao Giovanna, innanzitutto grazie a te per averci concesso questo spazio! La band nasce nel 2003 per mia iniziativa; dal punto di vista prettamente stilistico, suoniamo heavy-thrash metal. Dopo inifinti cambi di line-up e tanti problemi nel 2006 abbiamo dato alla luce la nostra prima demo che ha riscosso dei buoni riscontri ed ha avuto anche dei passaggi su delle radio web. L’anno successivo è sicuramente il peggiore per la band in quanto il nostro cantante, Luca, muore di leucemia. Come puoi immaginare, questo è un bruttissimo colpo per noi; soprattutto sul piano umano… Abbiamo deciso di andare avanti spronati anche da questo tragico avvenimento: Luca non vedeva l’ora di tornare a suonare con noi, in un certo senso dovevamo andare avanti… Ci siamo messi alla ricerca di un degno sostituto e questa ricerca è durata ben 2 anni. Nel 2009 ho contattato Alessandro Granato (con cui ho suonato nei Savior From Anger) che si è subito dimostrato interessato al progetto e con il quale abbiamo registrato la demo che hai avuto modo di ascoltare!

Che musica ascoltate abitualmente e, quali sono le vostre influenze più forti?
Tendenzialmente ascoltiamo tutti i gruppi storici (Iron Maiden, Metallica, Megadeth e così via) ma ognuno di noi ha le sue band preferite. Per quanto mi riguarda ascolto volentieri Kamelot, Sonata Arctica, Stratovarius, Avantasia, In Flames, Sonic Syndicate, Children Of Bodom, Virgin Steele, Iced Earth e Within Temptation. In piú sono un grandissimo fan di Michael Jackson e degli Skunk Anansie. L’influenza piú forte la esercitano i mitici Megadeth!! Heheheh

Vi siete formati a Napoli ma, attualmente, il nucleo del gruppo vive a Torino. Come è stato vissuto questo cambiamento?
Non è stata una cosa facile! Lavorare a distanza non è così semplice, ma fortunatamente le cose stanno andando bene, speriamo che continuino in questo modo!

Quali sono , a tuo parere, le differenze sostanziali tra la scena metal torinese e quella napoletana?
La differenza piú evidente è che a Torino esistono tantissime tribute band e (relativamente) pochi che propongono musica originale, mentre a Napoli il 99% delle band suona musica propria. Questa credo che sia l’unica vera differenza: qui come a Napoli ci sono tantissimi metalheads!

Ho apprezzato molto il demo “Absinthium”. Com’è stato registrare nuovamente i pezzi con un nuovo cantante, dopo la scomparsa di Luca?
Questo mi fa molto piacere! In effetti è stato un pó strano registrare i pezzi con Alessandro, ma devo dire che ha fatto un ottimo lavoro! E’ stato molto attento ad adattare le canzoni alla sua voce senza snaturare le linee vocali di Luca, cosa che abbiamo apprezzato moltissimo!

Avete dovuto sopportare tanto durante questi anni, eppure siete ancora in piedi. Quali sono i progetti futuri degli “Absinthium”?
A breve inizieremo le registrazioni del nostro primo disco (l’ album conterrá tutte le canzoni che abbiamo scritto con Luca), cercheremo una label interessata a distribuirlo e ovviamente non mancheranno i live!

Tornando alla musica, cosa pensi dell’attuale scena metal italiana?
Credo che ci siano molte band valide che purtroppo, a causa della nostra cultura musicale, non ricevono il giusto riconoscimento…

Bene, lascio a te le battute di chiusura. In bocca al lupo per tutto!
Voglio ringraziare Heavy-Metal.it per lo spazio concessoci e tutti quelli che hanno letto questa intervista. Vi ricordo che è possibile scaricare gratuitamente la nostra demo dal nostro myspace (http://www.myspace.com/absinthiummetal). Rock ON!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati